Associazione Piazza San Marco
chiudi
7 agosto 2017

SHIRIN NESHAT. The Home of My Eyes

Continua ad avere un grande successo la mostra "The Home of My Eyes" di Shirin Neshat ospitata presso il Museo Correr che, con questa esposizione, arricchisce ulteriormente le proposte culturali in Piazza San Marco.

Shirin Neshat, iraniana nata nel 1957, vive e lavora a New York. Ha studiato arte a Los Angeles negli anni della rivoluzione iraniana, intorno al 1978-79, e dall’America ha visto il suo Paese d’origine islamizzarsi negli anni Novanta. Premiata alla Biennale di Venezia nel 1999, come scrive la Treccani: “Neshat si è imposta a livello internazionale come una delle artiste contemporanee più rappresentative nell'esplorare la complessità delle condizioni sociali all'interno della cultura islamica, rivolgendo uno sguardo particolare al ruolo che qui la donna ricopre. Proprio la condizione della donna islamica, il suo rapporto con con il mondo maschile e più in generale il rapporto della cultura islamica con quella occidentale sono così diventati i nodi centrali della sua ricerca artistica”. Pochi giorni fa, l'artista iraniana ha messo in scena l"Aida" di Giuseppe Verdi con Anna Netrebko e Riccardo Muti presso il prestigioso festival di Salisburgo (Salzburger Festspiele). Uno straordinario spettacolo che ha ottenuto grandi consensi da parte del pubblico e della critica.

Nella mostra l’artista presenta un ciclo di 55 fotografie ideate e realizzate dal 2014 al 2015 e ancora mai esposte in Europa; oltre a Roja (2016) rappresentano il più recente lavoro di Neshat. Si tratta di ritratti fotografici di singole persone residenti in varie regioni dell’Azerbaijan – che ha ricordato all’artista il suo paese natale, l’Iran -  ognuna con un diverso credo religioso ma tutte, nell’installazione, presentate come facenti parte della stessa comunità. Una mostra molto emotiva e suggestiva che merita assolutamente una visita. L’esposizione è aperta fino al 26 novembre 2017 ore 10 – 19.



Informazioni sulla mostra